Spedizione nello stesso giorno *
%Sconto su grandi quantitativi fino al 15% *
3 anni di garanzia *
Già oltre 1.500.000 clienti *

Ordini effettuati entro 0 ore 27 minuti:
Verranno spediti oggi stesso

SSL

Selezione del modello - Seleziona un produttore

Il produttore non si trova nell’elenco? Qui è possibile trovare altri produttori

Come togliere le macchie d’inchiostro da stampa: metodo semplice e veloce

Succede più facilmente di quanto non si pensi durante la pulizia della stampante o la sostituzione delle cartucce: basta un attimo di disattenzione e ti ritrovi dell’inchiostro da stampa sulle mani, sui vestiti o sul tappeto. Allora prendi il sapone e una spugna, cerchi di rimuovere la macchia con un detergente aggressivo o addirittura utilizzi delle spugne in acciaio fortemente abrasive per rimediare al disastro. Purtroppo, agendo in modo affrettato puoi facilmente peggiorare la situazione invece di migliorarla. Soprattutto se utilizzi i detergenti o i rimedi domestici sbagliati, potresti non riuscire a rimuovere la macchia d’inchiostro. Potresti addirittura peggiorare le macchie. Proprio per questo motivo, se ti ritrovi con dell’inchiostro da stampa sulle mani, sul parquet, etc., non farti prendere dal panico. Anche su superfici difficili la rimozione dell’inchiostro da stampa non è un problema se segui i consigli e i trucchi che ti forniamo in questo articolo.
 

Indice 

1. Come togliere le macchie d’inchiostro da stampa: la prevenzione è la migliore soluzione
2. Inchiostro sulla pelle: come rimuovere le macchie
3. L’alternativa ai detergenti aggressivi
3.1. Detersivo in polvere per rimuovere l’inchiostro da stampa
3.2. Pietra pomice o lima per calli per macchie d’inchiostro ostinate sulla pelle
3.3. Crema abrasiva come ultima soluzione
4. Come togliere le macchie d’inchiostro da stampa: rimozione dai vestiti
4.1. Rimuovere le macchie d’inchiostro dai tessuti lavabili
4.2. Rimuovere le macchie d’inchiostro dai tessuti non lavabili
5. Come togliere le macchie d’inchiostro da stampa: pavimenti, mobili e pareti
5.1. Rimuovere l’inchiostro dal pavimento con un detergente universale
5.2. Rimuovere l’inchiostro da stampa dalla parete
5.3. Rimuovere l’inchiostro da stampa dalla scrivania
 


1. Come togliere le macchie d’inchiostro da stampa: la prevenzione è la migliore soluzione

Oggigiorno esistono svariati metodi con i quali è possibile rimuovere le macchie d’inchiostro da stampa. Che tu abbia toccato l’inchiostro con le dita o che tu abbia sporcato i vestiti o i mobili, è importante prestare sempre attenzione quando si maneggia dell’inchiostro da stampa. Soprattutto quando si sostituiscono le cartucce di inchiostro è facile fare qualche pasticcio. È pertanto consigliabile procedere sempre con cautela e utilizzare una superficie di appoggio adatta per le vecchie cartucce.

Lo scenario tipico: appoggi le cartucce “vuote” sul tavolo e inserisci con calma le cartucce nuove nella stampante. Purtroppo le cartucce non sono mai completamente vuote. Spesso l’inchiostro si deposita sul foro di uscita o sulla base della cartuccia e poi cola quando la cartuccia viene inclinata. In pochi secondi ti ritrovi con una macchia d’inchiostro sul tavolo e sei costretto a pulire. Altrettanto facilmente può succedere di sporcarsi i vestiti, etc. Così come può capitare facilmente maneggiando il toner di pulirsi sovrappensiero le dita sporche sui pantaloni, et voilà: il danno è fatto.

È importante prestare attenzione non solo quando si maneggiano le cartucce per stampanti, ma anche durante il processo di stampa. Specialmente con le stampanti a getto d’inchiostro e con modelli simili, ci vuole sempre un po’ prima che l’inchiostro si asciughi. Se si tocca il foglio di carta troppo presto, non solo si cancella la stampa fresca, ma ci si ritrova con l’inchiostro sulle dita in un batter d’occhio.

Una delle situazioni più sfortunate si presenta quando una corrente d’aria improvvisa soffia via i fogli di carta ancora freschi di stampa. Non solo la moquette o il parquet, ma anche le pareti rischiano di macchiarsi.

La regola d’oro quindi è: fai sempre attenzione quando lavori con l’inchiostro altrimenti ti toccherà pulire tutto ciò che è entrato in contatto con l’inchiostro da stampa. Questo può diventare un problema soprattutto in caso di superfici delicate.
 


2. Inchiostro sulla pelle: come rimuovere le macchie 

Un attimo di disattenzione e il danno è fatto: basta un attimo per macchiarsi la pelle d’inchiostro, generalmente quella delle mani. Le mani purtroppo hanno il grande “svantaggio” di assorbire facilmente l’inchiostro. Per rimuovere l’inchiostro dalla pelle non ci vuole sicuramente della stregoneria, ma applicare un po’ d’acqua calda non basta.

I migliori risultati si ottengono utilizzando acqua tiepida e detersivo, va bene quello che usi per il bucato. Per aiutarti, puoi usare una spazzola ruvida per le mani o una pietra pomice. Un buon effetto si ottiene anche con il detersivo per la lavastoviglie o con i cosiddetti detergenti spray “ultra-forti”.

Attenzione: questi detergenti sono molto efficaci, ma non sono fatti per la pelle ed è quindi consigliabile utilizzarli con parsimonia. In caso contrario, gli ingredienti irritanti potrebbero causare delle lesioni alla pelle.
 


3. L’alternativa ai detergenti aggressivi

Non è obbligatorio utilizzare i prodotti descritti in precedenza per pulire le mani. Le pelli particolarmente delicate potrebbero sviluppare facilmente delle reazioni allergiche. Se vuoi prevenire danni alla pelle, utilizza i vecchi rimedi domestici, che risultano semplici da impiegare e affidabili. In questo caso forse dovrai strofinare di più e impiegherai più tempo, ma riuscirai ugualmente a rimuovere le macchie d’inchiostro da stampa.

Puoi scegliere tra le seguenti opzioni:

  • Detersivo in polvere

  • Pietra pomice o lima per il calli

  • Crema abrasiva
     


3.1. Detersivo in polvere per rimuovere l’inchiostro da stampa 

Un buon modo per rimuovere l’inchiostro da stampa è quello di utilizzare il detersivo per la lavatrice. Versa dell’acqua calda in una ciotolina e aggiungi 1 o 2 cucchiaini di detersivo in polvere. Mescola fino a quando il detergente è ben distribuito e disciolto. Ora immergi la mano o il dito sporco d’inchiostro nell’acqua e lascialo a mollo per qualche minuto.

È importante ammorbidire bene la pelle macchiata d’inchiostro. L’acqua calda apre i pori della pelle e in tal in modo è possibile rimuovere l’inchiostro da stampa semplicemente strofinando. Se la macchia è molto ostinata, aiutati con una spazzola per le mani. Strofina facendo una leggera pressione fino a quando la pelle non è pulita.
 


3.2. Pietra pomice o lima per calli per macchie d’inchiostro ostinate sulla pelle

Se la macchia resiste, passa a dei metodi più forti. Con una pietra pomice o una lima per calli puoi letteralmente asportare la macchia d’inchiostro. Entrambi gli utensili possono essere acquistati in qualsiasi farmacia o al supermercato. Ammorbidisci bene l’area interessata con la miscela di acqua e detersivo in polvere.

Puoi utilizzare anche il detergente per lavastoviglie, il detergente per i piatti o del sapone. Strofina accuratamente la macchia esercitando una lieve pressione con la pietra pomice o la lima per calli. Grazie all’effetto abrasivo, vengono rimosse particelle microscopiche di pelle e quindi anche lo strato cutaneo che contiene la macchia d’inchiostro.
 


3.3. Crema abrasiva come ultima soluzione

Se nessuna delle ricette e dei rimedi indicati in precedenza dovessero funzionare, dovrai usare metodi più forti per sbarazzarti della macchia. Puoi acquistare della normale crema abrasiva in qualsiasi farmacia o nel reparto casalinghi del tuo supermercato. Utilizzala con un spazzola per le mani o con una spugna per le pentole. Strofina accuratamente le dita e i polpastrelli finché la macchia non scompare.


4. Come togliere le macchie d’inchiostro da stampa: rimozione dai vestiti

Non solo la pelle si può macchiare facilmente con l’inchiostro da stampa, anche i vestiti sono frequentemente “vittima” di queste brutte macchie. Basta un attimo e ti ritrovi una macchia sulla camicia, sui pantaloni o sulla maglietta. Soprattutto se ti trovi in ufficio o se stai per avere un incontro di lavoro, è importante saper rimuovere l’inchiostro dai tessuti in maniera rapida ed efficace.

Il modo più semplice è immergere il capo macchiato direttamente in acqua. Puoi pretrattare la macchia con un spazzola e poi affidare il capo alla lavatrice.

Attenzione: questa procedura funziona solo se non si indossano tessuti delicati. Se tratti dei tessuti delicati con una spazzola ruvida, rischi di “sfilacciare” le fibre. Per quanto riguarda la rimozione delle macchie dai vestiti esistono tantissimi metodi per trattare e lavare i vari tessuti applicando dei rimedi domestici.
 


4.1. Rimuovere le macchie d’inchiostro dai tessuti lavabili

Se ti sei macchiato con l’inchiostro in ufficio o per strada, non disperarti: puoi sfruttare le proprietà chimiche dell’inchiostro e del tessuto. Prendi della lacca per capelli e spruzzala generosamente sulla macchia. Gli agenti della lacca sono in grado di separare dal tessuto le particelle di colore dell’inchiostro. Passa quindi alla fase successiva.

Immergi i vestiti in acqua calda e aggiungi un po’ di detersivo e aceto. Lascia i vestiti a mollo per almeno mezz’ora. Risciacqua infine gli indumenti con acqua fredda e lasciali asciugare. Se il tessuto presenta ancora dei residui di colore, ricomincia spruzzando la lacca per capelli e ripeti l’intera procedura.

Ancora nessun risultato? Prova a strofinare l’inchiostro da stampa con del “Franzbranntwein” (frizione alcolica a base di mentolo).
 


4.2. Rimuovere le macchie d’inchiostro dai tessuti non lavabili

Alcuni tipi di tessuto non possono essere lavati e hanno quindi bisogno di una soluzione diversa. La procedura generale è simile, per cui iniziamo con la lacca per capelli. Spruzza generosamente la lacca sul tessuto e strofina la macchia con una spugna morbida e dell’acqua e aceto, dall’interno verso l’esterno.

Consiglio: ti suggeriamo di lavorare su una superficie assorbente. Se necessario, ripeti la procedura più volte per rimuovere tutti i residui di inchiostro da stampa.

Anche qui vale la regola: in caso di emergenza, utilizza il Franzbranntwein.
 


5. Come togliere le macchie d’inchiostro da stampa: pavimenti, mobili e pareti

Hai le dita scivolose, ti sei distratto un attimo e il foglio di carta o la cartuccia di inchiostro usata ti cade sul pavimento o su un mobile. Indipendentemente dal tipo di materiale di cui è fatto il pavimento o il mobile, adesso devi agire con rapidità.
 


5.1. Rimuovere l’inchiostro dal pavimento con un detergente universale  

Per prima cosa prova con un detergente universale, applicandolo secondo le istruzioni per l’uso.

Se il detergente universale non riesce a rimuovere le macchie di inchiostro per la stampante, prova con l’ammoniaca. Bagna un panno con l’ammoniaca e tampona la macchia. Successivamente lava via la macchia con dell’acqua saponata.

Risciacqua con dell’acqua corrente: nella maggior parte dei casi la macchia d’inchiostro se ne sarà andata.
 


5.2. Rimuovere l’inchiostro da stampa dalla parete 

Se hai macchiato d’inchiostro il muro, dovrai procedere diversamente. Il metodo da applicare dipende principalmente dal tipo di rivestimento della parete. Rimuovere l’inchiostro da stampa dalla parete non è un compito facile.

In caso di pareti con superfici sigillate procedi come descritto in precedenza per i pavimenti e per le superfici dei mobili. Anche se hai una carta da parati verniciata puoi procedere come descritto in precedenza. Tuttavia, alla fine dovrai ridipingere l’area interessata. Proprio per questo motivo è importante rimuovere a fondo la macchia d’inchiostro. Se lo fai solo superficialmente, la macchia rischia di affiorare nuovamente attraverso il nuovo strato di vernice.

Le carte da parati a fantasia rappresentano il problema più grande. È sempre meglio tenere da parte qualche pezzo di carta da parati da applicare sulla macchia. Se trattata con acqua, acqua saponata e ammoniaca, la fibra di carta della carta da parati infatti si scioglie. Per mascherare il più possibile l’area riparata, ti consigliamo di strappare con le mani la toppa per la carta da parati anziché tagliarla. In questo modo i contorni della toppa risulteranno meno evidenti.
 


5.3. Rimuovere l’inchiostro da stampa dalla scrivania 

Rimuovere l’inchiostro è complicato se a macchiarsi sono la plastica, il legno o altri materiali della scrivania.

Sia che si tratti di una stampante a getto d’inchiostro, di un dispositivo multifunzione o di una fotocopiatrice, se hai scoperto una macchia sulla scrivania, dovresti rimuoverla immediatamente. Per farlo, usa un fazzoletto o un panno da cucina, e strofina via l’inchiostro da stampa. Se ti sei accorto tardi della macchia, utilizza un detergente multiuso. Questo metodo purtroppo funziona solo se la macchia non è rimasta sulla superficie per troppo tempo.

Il detergente universale non è più d’aiuto una volta che la macchia d’inchiostro si è asciugata completamente. In tal caso non c’è praticamente modo di ripulire la scrivania senza produrre dei danni visibili. Sui mobili in legno massello è possibile utilizzare una levigatrice per rimuovere delicatamente la macchia.

Un piccolo consiglio: non comprare dei costosi smacchiatori! Spesso sono solo soldi buttati. In generale si applica la regola: più fresca è la macchia, più facilmente si può rimuovere. Se la macchia della cartuccia di inchiostro si è già asciugata, neanche lo smacchiatore più costoso ti aiuterà. Molti prodotti da cucina sono rimedi ben più efficaci di qualsiasi costoso prodotto disponibile sul mercato e permettono di eliminare le macchie in maniera efficace e con il minor sforzo possibile.

Ma ricorda: non sempre è possibile rimuovere l’inchiostro da stampa. Su alcuni materiali o in alcuni casi continuerai a vedere la macchia anche se la lavi dieci volte. Spesso a questo punto dovrai giungere a una sola conclusione: buttare via il mobile o accettarlo così com’è.

Diritti d’immagine
© 3422355 – Nicemonkey, depositphoto.com
© 12802635 – Subbotina, depositphoto.com
© 1634785 – chaoss, depositphoto.com
© 140178890 – IgorTishenko, depositphoto.com
© infografica - TonerPartner

Perché già oltre 1.500.000 di clienti hanno effettuato acquisti presso di noi?

Oltre 25 anni di esperienza

Esperienza pluriennale e
competenza dal 1993

Crittografia SSL

Massima sicurezza dei tuoi dati e
pagamenti grazie alla crittografia SSL

3 anni di garanzia

Ti offriamo 3 anni di garanzia su tutti i prodotti

Spedizione gratuita

in Italia per ordini a partire da 99 €. Altrimenti solo 4,90 € spedizione

Spedizione nello stesso giorno

in caso di ordini di prodotti a magazzino fino alle ore 17:00 (lu.-ve., sa. fino alle ore 14:00)

Numerosi opzioni di pagamento

Scegli la modalità più idonea alle tue esigenze

%
Risparmia fino al 95%

fino al 95% di risparmio con i prodotti compatibili con il 100% della qualità di stampa

Vasto assortimento

di cartucce e toner per le vostre stampanti!

Sconto su grandi
quantitativi fino al 15%

2 prodotti compatibili uguali = sconto del 10%
4 prodotti compatibili uguali = sconto del 15%

Avvertenza: Tutte le denominazioni e i marchi citati sono marchi registrati dei rispettivi proprietari.
I marchi registrati riportati sul nostro sito hanno la sola finalità di descrivere i prodotti.
I prezzi lordi si intendono comprensivi di IVA, non comprensivi di spese di spedizione e sono riportati in grassetto.
1 * Vale solo per i prodotti a magazzino | * Il numero di pagine è un’indicazione del produttore (copertura pari a ca. il 5%)